La storia del movimento
NO TAV

 
Home
Chi siamo
Storia
Documenti
Fotografie
Cultura NO TAV
Download
Valle di Susa
Mapuche
Amianto
Foto cantieri
Link

 

  • 19/01/08. Giornata di mobilitazione nazionale delle realtà del Patto di Mutuo Soccorso a sostegno delle popolazioni campane e per una nuova politica dei rifiuti. I No tav Valsusini insieme a alcune realtà torinese si ritrovano sotto la sede della Rai per denunciare la dis-informazione tenuta dai media sul problema rifiuti.
     

  • 24/01/08. Cade il governo Prodi. Un altro governo è passato senza riuscire a piantare neanche un chiodo in Valle di Susa, adesso aspettiamo il prossimo più determinati che mai.
     

  • 05/02/08. In assemblea a Bussoleno viene proposta l’iniziativa: acquisita un posto in prima fila: acquisto collettivo dei terreni di Chiomonte dove dovrebbe sbucare il nuovo tunnel. Tv e giornali danno un forte risalto mediatico alla notizia, mentre in Valle sono in tantissimi ad acquistare i terreni.
     

  • 13/02/08. Presidio in piazza a Condove lanciato in contemporanea al tavolo politico convocato a Roma da Di Pietro insieme ai nostri sindaci. Duemila le persone presenti, si improvvisa un corteo che blocca per alcuni minuti le due statali e per un ora la ferrovia Torino-Modane. Intanto a Roma l’unica a dire chiaro e tondo No Tav rimane la sindaca di San Didero Loredana Bellone.
     

  • 02/03/08. Susa: alcuni esponenti del partito democratico dichiaratamente sì tav aggrediscono verbalmente e fisicamente un no tav.
     

  • 03/03/08. Immediata la risposta del movimento: in 600 si ritrovano davanti al municipio di Susa con bandiere e striscioni: una sola parola d’ordine no tav no mafia. Si improvvisa un corteo che attraversa le vie della città.
     

  • 30/03/08. Chiomonte:“Acquista un posto in prima fila”. 1400 persone comparano insieme un terreno a Chiomonte dove vorrebbero far sorgere i cantieri Tav. Il giorno che vorranno espropriare dovranno mandare comunicazione ai 1400 che saranno tenuti a presentarsi su un terreno di 1000 m. quadri…ci divertiremo! L’iniziativa è andata benissimo con pranzo collettivo, musiche e balli mentre si attendeva di firmare, anche a livello mediatico la notizia ha avuto un forte impatto Prossimo appuntamento, Venaus il 15/06.
     

  • 03/04/08. Almese. Chiamparino-Bresso e Saitta decidono di venir a far campagna elettorale sì Tav in Valle di Susa. Il movimento risponde con determinazione e ironia: 2000 persone invadono Almese in attesa dei tre Re MaNgi, chi vestito da figurante del presepe, chi con la propria banda degli ottoni, chi con la sola bandiera. Alla fine i tre ultrà del tav rinunciano alla serata per “Motivi di ordine pubblico”. Infinite le polemiche che si susseguono nei giorni a venire (scarica comunicato stampa di Spinta dal bass-Takuma)
     

  • 18/04/08. Si insedia a Torino il “Comitato di Pilotaggio” voluto fortemente dalla Provincia per elargire 500 mila euro ai “territori attraversati dalla Torino-Lione”. I comitati denunciano che si tratta di compensazioni  ma la maggior parte dei sindaci invece decide di aderirvi.
     

  • 25-26 Aprlile 08. nei giorni in cui si ricorda la liberazione, il Takuma festeggia i suoi primi 5 anni di vita con l’inaugurazione del Centro di documentazione sulle resistenze “Carlo Suriani” e con iniziative di vario genere. Il 25 Alex Zanotelli partecipa ad un incontro al Takuma sulla difesa della terra e dei beni comuni.
     

  •  24-25 maggio 08. Incontro delle realtà del patto di mutuo soccorso a Riace in Calabria: due giorni di confronto tra chi, come in Valle di Susa, lotta per difendere la propria terra e il proprio futuro.

    

 TORNA ALL'ELENCO DELLE DATE