La storia del movimento  NO TAV
 

La storia del movimento
NO TAV

 
Home
Chi siamo
Storia
Documenti
Fotografie
Cultura NO TAV
Download
Valle di Susa
Mapuche
Amianto
Foto cantieri
Link
  • Il 2010 inizia con la politica torinese e Virano che annunciano il via a 91 carotaggi da compiere tra Settimo e Chimonte e da terminare entro il 31 gennaio, termine per presentare il progetto preliminare in comunità europea.
     

  • 09/01/2010. Dalle 14 inizia il presidio all’autoporto di Susa, luogo interessato ai sondaggi. La sera stessa in 500 si ritrovano al  polivalente di Bussoleno. Si denuncia la truffa di questi sondaggi che non servono a nulla se nona  spendere 6 milioni di euro e ci si promette tutti insieme che si tenterà di bloccarli.
     

  • 11/01/2010. Giornata di mobilitazione  in Valle. Alle 14 partono 3 befane no tav dal piazzale di S.Antonino (luogo previsto dai sondaggi) seguite da 500 persone. Poi la giornata continua al nuovo presidio dell’autoporto di Susa dove sono migliaia le persone che lo affollano. Si inizia a rendere la struttura più accogliente.
     

  • 12/01/2010. Primo tentativo soft di occupare il terreno dove è sorto il presidio Majero-Meyer. Alle 6 tecnici e digos vengono respinti in gentile ma fermo (scarica comunicato)
     

  • 13/01/2010. Partono i sondaggi a Torino e in periferia (scarica comunicato)
     

  • 15/01/2010. Finisce la prima settimana  (scarica comunicato)
     

  • 16/01/2010.  Dato alle fiamme il presidio di Bruzolo, l’intervento dei pompieri contiene i danni. Decisa un immediata risposta con fiaccolata per il giorno dopo dal presidio al comune di Bruzolo. (scarica comunicato)
     

  • 17/01/2010. Splendida risposta a chi crede di impaurirci. In 7000 partecipano alla fiaccolata ribadendo che non è con le intimidazioni che ci faranno cambiare idea. Partecipano molti amministratori e il presidente della comunità montana Sandro Plano. (scarica comunicato)
     

  • 16/01/2010. Anche Torino dice no ai sondaggi: un corteo di 3500 persone sfila su Corso Marche.
     

  • 18/01/2010. Nasce il presidio di S.Antonino piazzale della stazione.
     

  • 19/01/2010. Piazzata una trivella a Susa uscita autostrada. Arriva di notte scortata da centinai di blindati e auto blu. Immediata la risposta del movimento con due blocchi autostradali (scarica comunicato). Decisa manifestazione per sabato 23 a Susa.
     

  • 21/01/2010.  Anche a Condove arriva una trivella nella notte e dalla mattina fino a tarda serata viene assediata dalla popolazione tanto che è sono costretti a smontarla prima di aver finito i lavori (scarica comunicato)
     

  • 23/01/2010. SIAMO IN 40 MILA! Di nuovo un intera Valle in strada. Come e più del 2005. Immediata la risposta della mafia: nella notte incendiato e distrutto il presidio di Borgone. (scarica comunicato)
     

  • 26/01/2010. Impiantate due trivelle a Venaria. Parte un presidio che subito si popola grazie all’arrivo degli abitanti del quartiere contrari all’opera. In serata circa 200 persone impediscono al camion che dovrebbe portare il faro per illuminare la trivella di transitare così la trivella rimane ferma. Ora la lotta si estende con numeri e azioni importanti anche fuori dalla Valle.

 

    

 TORNA ALL'ELENCO DELLE DATE