La Nostra Valle
la Valle di Susa

Home
Chi siamo
Storia
Documenti
Fotografie
Cultura NO TAV
Download
Valle di Susa
Mapuche
Amianto
Foto cantieri
Link

La Sacra di San Michele

La valle ha un grande patrimonio storico, la Sacra, al centro della valle, li riassume come un simbolo.

La Sacra e il Rocciamelone

Oltre ai monumenti artificiali vi sono monumenti naturali non indifferenti...

La Val di Susa si trova nella parte ovest del Piemonte ed è uno sbocco importante verso la Francia attraverso il colli del Monginevro, del Moncenisio e il traforo del Frejus. Si può arrivare nella valle con le Strade Statali 24 e 25 o con l'autostrada A32 del Frejus, partendo da Torino. La tratta ferroviaria Torino-Modane tocca tutti i comuni valsusini più importanti.

Stretta vallata tra Torino e la zona della Maurienne in Francia,la Valle di Susa è caratterizzata da una elevata urbanizzazione, dovuta all'economia insediatasi in Valle nel corso degli anni, che attualmente convive a fatica con l'ambiente circostante, già fortemente violentato dalle infrastrutture fino ad oggi costruite in questo territorio; la presenza di due statali, di una linea ferroviaria internazionale, di un autostrada (quella del Frejus), di diverse dighe e gallerie per condotte forzate, senza contare la presenza della Dora, fiume che scorre lungo tutta la Valle, la rendono estremamente "piena".

In seguito al declino industriale che la colpita, come tutti i territori a prevalente economia industriale, la Valle di Susa ha imbastito ipotesi di sviluppo locale mirato alla valorizzazione del territorio e su questo ha già investito consistenti quantità  di denaro pubblico e privato.

La Valle infatti non possiede esclusivamente la vocazione turistica in relazione allo sci alpino, prerogativa dell'alta valle, ma grazie al suo patrimonio storico, culturale e paesaggistico, alle aree protette, alle innumerevoli fiere e feste paesane, dispone di una potenzialità di sviluppo turistico e ambientale innumerevoli che anche sul piano occupazionale possono offrire nuova linfa all'economia locale.

E' però evidente che la realizzazione di grandi infrastrutture favorisce l'impoverimento delle capacità
propositive di un territorio, poiché ne regolamenta su vasta scala e monopolizza tutti i bisogni.
La Valle di Susa, se si realizzerà la linea ad alta velocità, non potrà che diventare un corridoio di transito.
 

Di seguito i 36 comuni della Valle interessati dalla devastazione:

Almese - Avigliana - Bardonecchia - Borgone - Bruzolo
Bussoleno - Caprie - Caselette - Cesana - Chianocco - Chiomonte - Chiusa San Michele - Claviere - Condove - Exilles - Giaglione - Gravere - Mattie - Meana - Mompantero - Moncenisio - Novalesa - Oulx Rubiana - Salbertrand - San Didero - San Giorio - Sant'Ambrogio - Sant'Antonino - Sauze d'Oulx - Sauze di Cesana - Susa - Vaie - Venaus - Villar Dora - Villar Focchiardo .